Vai al contenuto

Gaslini Giorgio

Pianista, compositore, direttore d"orchestra milanese, musicista jazz di fama internazionale e di vasta popolarità in Italia, ha al suo attivo più di tremila concerti e cento dischi per i quali ha vinto dieci volte il premio della critica. Sin dagli anni "60 ha portato la musica ai pubblici giovanili nelle scuole, università, fabbriche, ospedali psichiatrici oltre che nelle sale da concerto, nei teatri e nei festival italiani e internazionali. Attivo anche nella musica contemporanea, dopo aver conseguito sei diplomi presso il conservatorio di Milano, ha composto lavori sinfonici, opere e balletti rappresentati al Teatro alla Scala, all"Opera di Roma, e in tutti i più importanti teatri italiani. E' stato il primo titolare dei corsi di jazz al Conservatorio S.Cecilia di Roma (1972-73) e al Conservatorio G.Verdi di Milano (1979-80). Dalla sua scuola e dai suoi gruppi sono emersi i migliori musicisti italiani di oggi. Per il teatro ha composto musiche di scena collaborando con molti tra i più famosi registi italiani. Per il cinema ha composto oltre 40 colonne sonore. Celebre la sua musica per il film "La Notte" di Michelangelo Antonioni, premiata con il "Nastro d'Argento" , "Profondo Rosso" di Dario Argento. Per la televisione è stato protagonista di programmi di vasto ascolto tra i quali "Jazz in Conservatorio" e"Musica Totale". E' autore di tre libri: "Musica Totale" (ed.Feltrinelli), "Tecnica e Arte del Jazz" (ed.Ricordi), "Il tempo del musicista totale" (ed. Baldini & Castoldi) ritenuti testi fondamentali. Nel 1986 è uscita una sua biografia-libro (ed.Muzzio) E'stato il primo musicista italiano ad apparire nel referendum mondiale "New Talents" della rivista americana "Down Beat" e il primo italiano invitato ufficialmente a un festival americano (New Orleans 1976-77). Dal '76 a oggi è stato invitato in 60 nazioni, compiendo il giro del mondo attraverso USA (otto tournées), Messico, Sud America, Canada, Cuba, India, Asia, Medio Oriente, Africa, Europa, Russia ed è stato il primo musicista jazz invitato in Cina (1985). Ha suonato nei principali Festival italiani e internazionali e ha collaborato con grandi solisti americani ed europei tra i quali Anthony Braxton, Steve Lacy, Roswell Rudd, Eddy Gomez, Max Roach, Don Cherry, Jean-Luc Ponty. Nel 1991 ha fondato la "Grande Orchestra Nazionale" di jazz. Nel 1992 la rivista italiana "Musica Jazz" gli ha dedicato un intero numero con allegato il CD di inediti "Masks". Nel 1993 l'Enciclopedia Treccani gli ha riservato una voce biografico-artistica. Nel periodo 1991-95 ha composto per la famosa "Italian Instabile Orchestra" le suites "Pierrot Solaire" (disco Soul Note "Masks" e Leo Records) e "Skies of Europe" (disco ECM con la presentazione di Ornette Coleman - 1° premio della Critica 1995), accolte con entusiasmo dal pubblico e dalla critica in tutta Europa. Nel 1996 ha composto e diretto al Teatro Romano di Verona il primo melodramma jazz "Mister O". Dal 1997 la casa discografia "Soul Note" sta pubblicando su CD la sua opera integrale. Nel 1997, attraverso la sua donazione al Comune di Lecco, ha creato, presso Villa Gomes, il "Fondo Gaslini", con migliaia di dischi e libri oltre a tutti i suoi originali (partiture e dischi), mettendolo a disposizione di tutti i giovani musicisti e studiosi. Nel 1999 gli è stato assegnato il Premio Internazionale della Critica di "Danza § Danza" per il balletto sinfonico “Sprint”. Nel 2000 ha fondato la "Proxima Centauri Orchestra" forte di quindici tra i migliori solisti italiani. Nel 2001 ha diretto la sua"Sinfonia delle Valli" con 150 esecutori. Nel 2002 il Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, gli ha assegnato il premio alla carriera: diploma e medaglia d'oro, riconoscimento riservato ai benemeriti della cultura e dell'arte. Nel 2003 ha ottenuto grande successo con il progetto "U" (Ulisse) realizzato nel sito archeologico di Carsulae (Terni) con il suo quintetto, il trio del jazzista americano URI CAINE, il testo e l'interpretazione di MARCO PAOLINI e la scenografia di ARNALDO POMODORO. 

http://www.giorgiogaslini.it

G