Vai al contenuto
1 Gennaio 1970

29 luglio 2014. Scompare Giorgio Gaslini

29 luglio 2014. Muore Giorgio Gaslini, protagonista del jazz italiano

Il musicista Giorgio Gaslini é morto all' ospedale di Borgotaro (Parma), dove era ricoverato da circa un mese dopo una caduta. Era nato a Milano il 22 ottobre 1929. Pianista, compositore, direttore d'orchestra, musicista jazz di fama internazionale, ha al suo attivo più di quattromila concerti e centinaia di dischi. Attivo anche nella musica contemporanea, dopo aver conseguito sei diplomi al conservatorio di Milano, ha composto lavori sinfonici, opere e balletti per il Teatro alla Scala e per i maggiori teatri italiani. Le sue opere sono stampate da Universal Edition di Vienna e da Suvini Zerboni di Milano. Era iscritto alla Siae dal 1949.
Iniziatore di correnti musicali e portatore della musica ai giovani in scuole, università, fabbriche, ospedali psichiatrici ha tenuto concerti e partecipato a festival in oltre 60 nazioni. E' stato titolare dei primi corsi di jazz nei Conservatori S. Cecilia di Roma (1972-73) e G. Verdi di Milano (1979-80), facendo conoscere una nuova generazione di talenti musicali e aprendo la strada all'ingresso ufficiale del jazz come materia di studio in tutti i conservatori italiani. Ha collaborato per le musiche di scena con i più prestigiosi registi di teatro e per la televisione.
Per il cinema ha composto numerose colonne sonore: celebri le sue musiche per il film "La Notte" di Michelangelo Antonioni, premiate con il Nastro d'argento e "Profondo Rosso" di Dario Argento. E' autore dei libri "Musica Totale" (Feltrinelli), "Tecnica e arte del Jazz" (Ricordi), "Il tempo del musicista totale" (Baldini e Castoldi). Successo europeo hanno ottenuto nel '91-'95 le suite "Pierrot Solaire" e "Skies of Europe" con l'Italian Instabile Orchestra. Nel '96 ha composto per il Teatro Romano di Verona "Mister O", prima opera Jazz italiana. Dal '97 la Soul Note sta pubblicando su CD la sua opera omnia. Nello stesso anno, con la sua donazione al Comune di Lecco di migliaia di dischi, libri, partiture originali, ha creato presso Villa Gomes il Fondo Musicale Gaslini inaugurato nel 2001, a disposizione di giovani musicisti e studiosi. Nel 2002 il Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, gli ha conferito il premio alla carriera: diploma e medaglia d'oro, riconoscimento riservato ai benemeriti della cultura e dell'arte. Nell'estate 2003 ha avuto grande successo con il progetto "U (Ulisse)" realizzato nel sito archeologico di Carsulae (Terni) con il suo quintetto, il trio del jazzista americano Uri Caine, il testo e l'interpretazione di Marco Paolini e la scenografia di Arnaldo Pomodoro. Il 24 giugno 2010 ha ricevuto l'Ambrogino d'Oro dal Sindaco di Milano, Letizia Moratti, con la seguente motivazione: "Grande artista milanese. Compositore, Direttore d'orchestra, pianista oltre che intellettuale autentico. Da oltre sessant'anni traduce la sua creatività in suoni, versi e parole. Protagonista assoluto nella storia della musica italiana, ha contribuito all'affermazione del jazz, ha posto le fondamenta della musica totale europea. Dopo aver conseguito sei diplomi al Conservatorio di Milano, ha composto lavori sinfonici, opere e balletti rappresentati al Teatro alla Scala e nei più importanti teatri italiani e internazionali".