TRIO per due flauti e fagotto

Saverio Mercadante

TRIO per due flauti e fagotto

Il trio per due flauti e fagotto è l’unico per tale organico all’interno di un catalogo di undici trii composti da Mercadante presumibilmente durante il periodo di studio in conservatorio a Napoli. Il brano, tramandato autografo in partitura in un fascicolo non datato, sino ad oggi si considerava incompleto. Un esame attento del testimone ha permesso invece di giungere all’affermazione contraria, offrendone qui la trascrizione in edizione critica, preceduta da una serie di riflessioni sull’ambiente napoletano e il repertorio strumentale da camera sviluppato al suo interno e più in particolare sulla forma del trio, considerata all’epoca la più perfetta delle formazioni, in grado di produrre il maggiore effetto in rapporto ai mezzi impiegati. Oltre dunque a concorrere all’arricchimento del catalogo compositivo per due flauti e fagotto di Mercadante, questa edizione ha il pregio di incrementare anche il repertorio strumentale da camera italiano di primo ’800, sempre trascurato (in particolare dagli autori italiani) o criticato (dagli stranieri) a favore della musica operistica.

Luigi CherubiniEdizione critica di Mariateresa Dellaborra

MARCE per orchestra