Quartetto n. 1 in sol maggiore [1814]

Saverio Mercadante

Quartetto n. 1 in sol maggiore [1814]

Primo di una serie di tre, il quartetto in sol maggiore inaugura il quaderno di studi del 1814 dell’allievo Saverio Mercadante. Non nuovo alla composizione per un simile organico, lo studente si cimenta con la forma del quatuor brillant predisponendo tre movimenti (il primo senza indicazione di tempo, ma verosimilmente Allegro moderato seguito da una Siciliana e concluso da un Rondò Allegro) finalizzati a mettere in luce le doti esecutive del flautista. Meno appariscente nel virtuosismo rispetto all’op. 53 completata nel 1813, il quartetto in sol maggiore presenta comunque i tratti distintivi della tecnica e del gusto mercadantiano. L’edizione critica che qui lo propone per la prima volta, consente di avvicinare l’aspetto cameristico, così importante nell’ambito della didattica partenopea, permettendo di comprendere a fondo il decisivo contributo che Mercadante ha offerto non solo alla musica strumentale da camera (avendo egli composto anche quartetti per soli archi o soli fiati), ma specificamente alla letteratura flautistica.